agenzie matrimoniali, tradimiento, siti incontri,  annunci personali - testati per voi
Logo: Test siti incontri, agenzie matrimoniali, annunci personali, annunci erotici

Test: siti di incontri, agenzie matrimoniali, annunci personali, annunci erotici, viaggi per single

Notizie per single e test 2012 - L'indagine: Inglesi drogati di sesso

Home   |   Consigli per single   |   Notizie   |   Stampa   |   Contatti    |   Webmaster   |   Sitemap

  Notizie dal mondo dei dating online in Italia

03 dicembre 2012

L'INDAGINE
Inglesi drogati di sesso

Boom di iscrizioni ai siti di incontri al buio. Per alcuni è una dipendenza. Che vale 170 milioni di sterline.

Gli inglesi sono malati di sesso, quello fisico e quello virtuale. L’Inghilterra si è qualificata prima (seconda la Germania) tra i Paesi d’Europa più ‘addicted’ alla ricerca dell’anima gemella su internet, attraverso siti come Match.com: ben 9,1 milioni di cittadini nel 2011 erano registrati nei portali (più o meno romantici) che combinano appuntamenti.
Alcuni tra i siti più cliccati nel Regno Unito, inoltre, sono in realtà piattaforme per organizzare incontri dichiaratamente a sfondo sessuale.

IL SESSO DIVENTA UNA MALATTIA. E c’è di più: gli inglesi hanno raggiunto i primi posti anche per il numero di cittadini «che vivono il sesso come una malattia», coloro per cui fare l’amore è diventato una droga e una dipendenza da curare.
I dati, ha riportato il Guardian sono arrivati da uno studio pan-europeo capeggiato dal sito Metaflake secondo cui il mercato degli appuntamenti online nel Regno Unito è salito del 6% solo nel 2011, arrivando a un valore economico totale di 170 milioni di sterline.

NUMEROSE OFFERTE SU INTERNET. La ricerca di Miss e Mr Right viene presa tanto seriamente Oltremanica che i siti internet concorrenti hanno cercato di differenziare il più possibile l’offerta, finendo per organizzare gli incontri più vari.

C’è Uniform dating, per esempio, dove gli utenti vanno a passeggio indossando un costume o un’uniforme a tema; ci sono poi offerte destinate solo a persone appartenenti a determinati gruppi religiosi; e ancora, i siti per gli amanti delle bionde (o dei biondi), di alti e di bassi, degli occhi verdi e di quelli blu, suddivisi in categorie basate strettamente sull’apparenza fisica.
Dei 9,1 milioni di inglesi registrati almeno 2,8 milioni hanno avuto regolare accesso anche a siti che organizzano incontri strettamente erotici, come Shagaholic e Sexintheuk. E in Europa sono cinque le piattaforme leader del settore: Friendfinder, Match, Badoo, C-Date e eDarling.

Il boom di iscrizioni ai siti di appuntamenti online dal 2000

Il boom degli appuntamenti online in Inghilterra è arrivato all’inizio degli anni 2000, con circa 100 mila iscritti alle piattaforme di incontro: erano i primi utenti, più coraggiosi o più disperati, pronti a sfidare l'imbarazzo di a un appuntamento al buio organizzato su internet.

Oggi le cose sono cambiate. «Gli inglesi sono molto open mind. È ormai una tradizione di lunga data», ha commentato Henning Whiechers, direttore di Metaflake, il quale ha attribuito l’incremento degli utenti in del 2011 ad alcune più aggressive campagne pubblicitarie.

Secondo Whiechers il 2012 potrebbe vantare il risultato di un ulteriore incremento del 5% degli iscritti.
IL PARTNER SI SCEGLIE SUL CATALOGO. Il tema ha portato sulle pagine dei giornali sia le perplessità sia il supporto all’idea di doversi nascondere dietro lo schermo di un computer per riuscire a trovare qualcuno con cui uscire.

Alcuni commentatori intervistati dal Guardian si sono in effetti chiesti quanto romanticismo ci possa essere in un invito online da parte di uno sconosciuto scelto in un catalogo. Di certo più di 9 milioni di inglesi hanno dubitato che l’amore potesse palesarsi semplicemente camminando per strada o conoscendo nuove persone; o per lo meno hanno provato a cercarlo attraverso un’altra via.

IL 25% DI FEDIFRAGHI ONLINE. Ciò che colpisce dei dati di Metaflake è la percentuale di persone iscritte che ha già una relazione: il 25% di chi prova a organizzare un appuntamento online, in realtà, un partner ce l’ha già.

Il numero si lega a un’inchiesta dell’Independent secondo cui gli inglesi che soffrono di dipendenza sessuale sono in continuo aumento.

La psicoterapeuta Mary Hall ha intervistato 350 persone che hanno dichiarato di vivere il fare l’amore come se fosse una droga: il 25% di loro erano donne.

«La proporzione mi ha sorpresa», ha spiegato Hall, «e ancor di più quanto la visualizzazione di film porno si sia diffusa anche nell’universo femminile».

L'INFLUENZA DELLA PORNOGRAFIA. Hall ha attribuito la crescita delle dipendenze sessuali proprio alla maggiore disponibilità di materiale pornografico online.

Il problema per chi deve affrontare questo disagio psicologico, ha aggiunto la psicoterapeuta, «è che nella nostra società non viene visto come una malattia mentale, piuttosto come una deficienza morale».

La stessa accusa con cui si trovano a combattere coloro che organizzano i propri appuntamenti amorosi online. E l’incremento di questa pratica potrebbe essere in realtà un tentativo di sopperire all’esigenza di fare sesso.

 

Fonte: lettera43.it

 

 
Le vostre opinioni sono importanti per noi!

Avete trovato di aiuto questo articolo sul dating online?
Avete ancora domande o suggerimenti? Scrivete a:
» critica@guida-incontri.it
 

» Inizio     » Home